Isola d'Ischia

Da sempre celebre come l’isola verde, forse per la presenza di tufo verde ma anche per l’abbondanza di vegetazione, Ischia è la più grande delle isole dell’arcipelago flegreo, in Campania, che comprende Procida e Vivara. Imponente e situata a breve distanza da Napoli, Ischia è tutto un brulichio di emozioni e attività, un misto tra antico e moderno, selvaggio e intellettuale, naturale ed eccentrico.  Per dare un’idea della sua grandezza, basti pensare che conta quasi 63mila abitanti, attestandosi al terzo posto per grandezza dopo Sicilia e Sardegna, su un totale di circa 47 kmq.

Di origine vulcanica, come tutta l’area flegrea che la circonda, l’isola d’Ischia altro non è che un vulcano sottomarino sprofondato, il cui picco è ciò che oggi resta  visibile del Monte Epomeo. Questa particolare caratteristica ha fatto sì che Ischia fosse un’isola dove le acque termali hanno sempre abbondato, fin dai tempi dei primi coloni dell’VIII secolo. Prima i Greci, poi Romani, e in seguito nel Rinascimento, le proprietà benefiche delle acque termali di Ischia sono state considerate miracolose per il benessere umano, e dal ‘600 molti stabilimenti termali iniziarono a nascere nei pressi delle sorgenti termali.

L’isola d’Ischia ha da sempre ospitato personaggi celebri, da Giuseppe Garibaldi, a Camillo Benso conte di Cavour, da Arturo Toscanini a Luchino Visconti, da Ingrid Bergman ad  Angelo Rizzoli, che diede il via al turismo verso l’isola verde. Ancora oggi Ischia è una meta amata da visitatori di tutto il mondo, vip e celebrities, politici e intellettuali, e i più paparazzati volti noti del jet set internazionale ogni anno affollano le strade dei piccoli e affascinanti comuni dell’Isola, continuando ad apprezzare le bellezze dell’isola partenopea. 

Gastronomia

Specializzata in cucina Mediterranea, ma con tradizioni completamente indipendenti rispetto a quelle dell’area della città di Napoli, l’isola d’Ischia, oltre alle differenti varianti di pane (come la celebre “Zingara”), pasta e pizza, offre piatti dallo stile “montanaro” come il coniglio all'ischitana, nato dalla particolare tecnica di allevamento che i contadini ischitani utilizzavano per crescere il Coniglio di Fossa, che vive proprio in buche nel terreno.
Essendo un’isola con tradizioni marinare molto sviluppate, a Ischia si possono gustare anche squisiti piatti di mare che comprendono il totano, il pesce azzurro del Tirreno, il polpo, lo scorfano e i “fravagli” (piccoli pesciolini di triglia).
Tra le specialità di Ischia, invece non si può non ricordare il limone, utilizzato in numerosissime ricette, e l’arancia, ma anche spezie ed erbe aromatiche locali e tipiche del Mediterraneo.
Tipici di Ischia sono tantissimi liquori, dal classico limoncello agli amari a base di erbe e prodotti autoctoni, come il liquore di mela, di liquirizia, di melone o di rucola.
Discorso a parte si deve fare per i celebri vini locali: qui la viticoltura ha origini millenarie. Già sulla coppa di Nestore, ritrovata a Lacco Ameno, si leggeva una frase inneggiante al buon vino locale. La tecnica di coltivazione richiama la tradizione greca ed è diversa da quella etrusca usata nel Centro Italia e nelle aree interne della Campania. Tantissime sono le colture sull'isola d’Ischia che si estendono dalle coste fin sui pendii montani. 

Piu

Terme

Famosa da sempre per le sue sorgenti termali spontanee, Ischia è oggi uno dei maggiori centri termali in Europa. L’isola ospita una quantità enorme di centri attrezzati e stabilimenti, dove poter godere di fanghi, vapori naturali e acque alcaline. Utilizzate anche nell’antichità come rimedio per molte patologie, le acque termali di Ischia hanno un’infinita possibilità di utilizzo: bagni minerali o termali, ozonoterapia, docce, fanghi, bagni turchi, inalazioni. Inoltre, essendo un’isola con clima e vegetazione mediterranei, Ischia è il luogo perfetto per rimettersi in forma.

Nel 1538 il terremoto tra Baia e Pozzuoli aveva generato il Monte Nuovo, sconvolgendo così il bacino termale e l’isola d’Ischia divenne celebre meta del termalismo dell’epoca, che includeva persone di ogni ceto sociale. Agli inizi del 1600 fu fondato a Casamicciola Terme il Pio Monte della Misericordia, dove i malati venivano ospitati e curati con le acque delle sorgenti di Gurgitello, del Fornello e Fontana, i fanghi  a Lacco Ameno e i vapori delle fumarole, come quelle del Testaccio.

All'inizio dell'800 le terme di Casamicciola erano frequentate dai nobili di tutta Europa, nel 1864 anche Giuseppe Garibaldi venne qui a curarsi. Dal '900 le strutture alberghiere e i diversi centri termali hanno subito diversi cambiamenti, si sono adeguati alle esigenze non solo curative, ma anche puramente estetiche delle terapie offerte, e sono stati impreziositi con lussureggianti giardini. Dagli anni Sessanta, poi, grazie  all'editore e produttore cinematografico Angelo Rizzoli, che ampliò il centro termale del Regina Isabella dotandolo di una lussuosa struttura alberghiera, l’isola di Ischia è diventata una delle mete preferite del turismo termale in Europa.

Ischia Blu Resort è convenzionato con le vicine Terme di Ischia che si possono raggiungere facilmente a piedi o con una navetta gratuita.

I parchi termali di Ischia da non perdere sono: Giardini Poseidon, Negombo, Castiglione, O' Vagnitiello, Aphrodite – Apollon, Tropical, Nitrodi

Sull’isola d’Ischia vi sono numerose sorgenti naturali e tra queste vi consigliamo di visitare la Sorgente di Nitrodi, quella di Olmitello, Le Fumarole e le sorgenti nella baia di Sorgeto.

Piu

Spiagge

Meravigliosa da visitare in ogni stagione, Ischia dà il meglio di sé durante i mesi caldi, quando si può godere in pieno del suo mare e delle sue celebri spiagge.

A due passi dal centro d’Ischia Porto c’è Lido d’Ischia, con piccole spiagge alternate a scogli e pinete. Sempre nel comune di Ischia c’è la spiaggia di Carta Romana, di circa 300 mt, con acque termali e non lontana dal Castello Aragonese. Nel comune di Ischia inoltre si può scegliere il relax della Spiaggia degli Inglesi, una graziosa caletta un po’ più appartata.

A Casamicciola Terme si trovano piccole spiagge di sabbia a pochi passi dalla strada panoramica, con  parcheggi e stabilimenti balneari.

La spiaggia dei Maronti, a Barano d’Ischia, è la più grande dell'isola, con parcheggi, lidi e servizi per gli sport acquatici, si raggiunge attraverso una strada panoramica o grazie ad un servizio di taxi via mare dal porticciolo di S.Angelo. La spiaggia è caratterizzata dalla presenza di colline, dirupi e insenature (cave), dove c’erano le antiche terme di Cava Scura, e dalle fumarole che rendono caldo un lungo tratto di sabbia.

La baia di San Montano è una graziosa cala situata nel comune di Lacco Ameno con sabbia fine, offre parcheggio, un lido attrezzato e servzi per gli sport acquatici. Lì nei paraggi si trova il Parco Idrotermale Negombo, con piscine d'acqua di mare e termale, un centro estetico e un delizioso giardino per una perfetta rémise en forme.

La spiaggia di Citara, nel comune di Forio d'Ischia, si trova sotto Punta Imperatore ed è sempre soleggiata. Lì si trova lo splendido Parco Termale dei Giardini Poseidon, con 22 piscine termali. Sempre a Forio si trovano la spiaggia di Sorgeto con acqua calda naturale e raggiungibile dalla località di Panza attraverso un piccolo sentiero che scende verso il mare e duecento scalini. Ancora a Forio d’Ischia sono situate la spiaggia libera di Cava, frequentata soprattutto da giovani, e quella di San Francesco, con numerosi stabilimenti balneari e servizi per praticare sport acquatici.

La spiaggetta di Sant’Angelo, nel comune di Serrara Fontana, si trova proprio sotto il borgo, e sempre nei paraggi, c’è la spiaggia di Cava Grado, una piccola insenatura con acqua calda raggiungibile tramite un sentiero che parte dal borgo di Succhivo.

Piu